Fermo,  20 – 24 luglio 2022
IIa edizione

Un festival di spettacoli sulle orme dei grandi allestimenti outdoor

Una settimana di attività dedicate al grande drammaturgo inglese nella cornice dell’Arena di Villa Vitali a Fermo, provincia marchigiana che si affaccia sul mare Adriatico.

Tre spettacoli di/da Shakespeare, una conferenza di Nadia Fusini, la più grande studiosa italiana del bardo, un concerto-aperitivo al tramonto impreziosito dalla lettura di sonetti e in città, nei luoghi più suggestivi, brevi, curiosi e intensi accadimenti stuzzicheranno la curiosità degli spettatori. Tutto questo sarà a disposizione di coloro che vorranno partecipare ad un evento unico nel territorio e non solo.

La compagnia Proscenio Teatro nasce ufficialmente nel 2016 dall’incontro di due professionisti del settore – Stefano Tosoni e Marco Renzi – forti di vent’anni di continua attività teatrale alle spalle. Diviene presto un punto di riferimento nelle Marche e non solo per tutto ciò che concerne il teatro, l’arte, gli spettacoli dal vivo e la pedagogia della recitazione.

Attualmente, nelle persone di Stefano Tosoni, Marco Renzi, Lorenzo Marziali e Stefano De Bernardin, è una delle realtà più grandi, stabili e attive a livello di produzioni originali, teatro-ragazzi, formazione, organizzazione di festival e rassegne, promozione della cultura e delle idee del teatro nel territorio marchigiano e non solo.

Shakespeare nel Parco fa parte di questo impegno.

Nadia-Fusini

Nadia Fusini

Khora-teatro2

Khora Teatro

JERUSALEM ROMEO JULIET - FERMO

 Compagnia Sofia Amendolea

Pergolesi_jazz_ensamble_shakespeare

Pergolesi Jazz Ensemble

Si è laureata nel 1972 in Lettere all’Università La Sapienza di Roma. Allieva di Agostino Lombardo, Giorgio Melchiori e Frank Kermode, ha approfondito gli studi sulla letteratura americana all’Università di Harvard e ha studiato il teatro elisabettiano e Shakespeare allo Shakespeare Institute di Birmingham. È diventata Ordinario di Lingua e Letteratura Inglese presso l’Università La Sapienza di Roma, dove ha insegnato Critica Shakespeariana fino al 2008.

Ha tradotto e commentato moltissimi autori di lingua inglese, tra cui, oltre Shakespeare, Virginia Woolf, John Keats, Samuel Beckett, Mary Shelley. Nel 1992 ha vinto il Premio Procida-Isola di Arturo – Elsa Morante per la traduzione di “Aurore d’autunno” di Wallace Stevens. Nel 1995 ha vinto il Premio Mondello per la traduzione di “Le onde” di Virginia Woolf, edito da Einaudi; con “Di vita si muore” ha ottenuto il Premio Napoli 2011. Nel 2013 ha vinto il Premio Nazionale Letterario Pisa per la Saggistica con “Hannah e le altre”, edito da Einaudi; per lo stesso libro nel 2014 ha vinto il Premio della Presidenza del Consiglio dei ministri. Nel 2017 le è stato assegnato il Premio Europa per la sua attività letteraria.

Si è occupata spesso dei temi dell’identità e del femminile. Da ricordare a tal proposito: “Uomini e donne. Una fratellanza inquieta”, Donzelli, 1995; “Nomi. Dieci scritture femminili”, Donzelli, 1996; “Donne fatali. Ofelia, Desdemona, Cleopatra”, Bulzoni, 2005; “Possiedo la mia anima. Il segreto di Virginia Woolf”, Mondadori, 2006, Premio Comisso sezione Biografia; fino all’ultima fatica “Maestre d’amore – Giulietta, Ofelia, Desdemona e le altre”, Einaudi, 2021.

 Dirige presso Feltrinelli la collana di traduzioni shakespeariane, ereditata dal maestro Agostino Lombardo: qui ha personalmente tradotto e curato “Sogno di una notte di mezza estate” (con Agostino Lombardo), “La commedia degli errori”, “Tutto è bene quel che finisce bene”, “La bisbetica domata”, “Molto rumore per nulla” e “Le allegre comari di Windsor”.

Ha tradotto per la scena “Macbeth” e “Falstaff”.

Khora nasce nel 2004 con lo scopo di perseguire una linea editoriale forte e coerente nel campo dello spettacolo dal vivo e nelle sue applicazioni multimediali facendo della collaborazione tra le diverse discipline artistiche il suo punto di forza.

Khora.teatro è oggi una compagnia di produzione teatrale basata sull’esperienza e le competenze di Alessandro Preziosi (a cui è affidata anche la direzione artistica), Tommaso Mattei e Aldo Allegrini, riconosciuta dal MIBACT, Dipartimento per lo spettacolo dal Vivo, e a stretto contatto con distributori e circuiti di distribuzione teatrale sul territorio nazionale, con diverse Istituzioni culturali ed Enti, come con Fondazioni ed Università.

In più di dieci anni Khora ha avuto l’occasione di collaborare con artisti e registi di calibro internazionale e si è sempre valsa di uno staff di collaboratori creativi di comprovata fama e qualità professionale. Da segnalare la nutrita partecipazione nelle produzioni di giovani talenti (under 35, tra attori, cast tecnico e creativo) sul cui lavoro la strategia produttiva di Khora ha da sempre investito con risultati positivi.

Nel 2008 nel campo della formazione, ha intrapreso la collaborazione nell’attività di ricerca nel campo dello spettacolo dal vivo con il D.A.M.S. della Link Campus University di Roma.

Moltissimi gli spettacoli allestiti, messi in scena e prodotti dalla fondazione, fra cui ricordiamo, soltanto in questi ultimi anni: “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare in coproduzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo, per la regia di Andrea Baracco, interpretato da Lucia Lavia, Antonio Folletto e Alessandro Preziosi, debuttato nel 2016 presso il teatro Romano di Verona, per l’Estate Teatrale Veronese; i recital su “Le confessioni” di S. Agostino e “Prometeo” tratto dal Prometeo incatenato di Eschilo ed altri autori, interpretati da Alessandro Preziosi; nel 2017 la produzione de “L’isola degli schiavi” di Marivaux, regia di Ferdinando Ceriani, con Stefano Fresi; “The Aliens e The Flick” di Annie Baker, per la regia di Silvio Peron; la nuova edizione di “T4 –Tiergardenstrasse” di Pietro Floridia, regia di Daniele Muratore; la nuova edizione di “Odissea. Da Omero a Walcott” regia di Daniele Muratore e Vincenzo Manna; “Dall’altra parte del Bosco” di Neil La Bute, regia di Marcello Cotugno; “Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco” di Stefano Massini, regia di Alessandro Maggi, interpretato da Alessandro Preziosi; “Decameron. Sette novelle ai tempi della peste” regia di Andrea Baracco.

La COMPAGNIA SOFIA AMENDOLEA è una produzione teatrale professionale attiva sia in Italia che all’estero, con cast selezionati di attori professionisti in grado di recitare sia in lingua italiana che in lingua inglese.

Tra le produzioni teatrali della ‘Compagnia Sofia Amendolea’ ad aver calcato palcoscenici di prestigio ricordiamo: FATTORIA, di Paolo Alessandri, al Teatro INDIA di Roma (Dicembre 2019 – con un cast pluripremiato presso 9 Festival Internazionali); JERUSALEM ROMEO JULIET, diretto da Fabio Omodei e scritto da Paolo Alessandri, al TEATRO ARGENTINA di Roma (Ottobre 2019); La CADUTA di GEA, di Fabio Omodei, che debutta al Teatro QUIRINO Vittorio Gassman di Roma ed al Festival Mondiale di Casablanca (in cui ottiene il ‘Grand Prix’, Maggio/Luglio 2017); RICCARDO – LUNGA VITA AL RE, di Paolo Alessandri, che dopo una tournée italiana tra il 2017 e il 2018, partecipa al prestigioso SHAKESPEARE’S FESTIVAL di Danzica, Polonia, ricevendo il Premio del Pubblico (Giugno 2018); GEA – THE EPILOGUE, di Fabio Omodei, invitato nella stagione 2018/2019 a Cartagine ed al Cairo Opera House.
La “Compagnia Sofia Amendolea” è composta interamente da attori professionisti provenienti dalla ‘Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea’, prima accademia in Italia per partecipazioni e premi ricevuti presso i più prestigiosi Festival Internazionali.
Tra gli eventi speciali e le incursioni nel professionismo che hanno fatto da precursori alla nascita della Compagnia, ricordiamo gli spettacoli OUR CLASS, diretto da Michael Gieleta (Giugno 2009 – RomaTeatroFestival), APOSTOLI, di Fabio Omodei, con Paolo Alessandri (Teatro ELISEO Grande, Giugno 2010) , e lo spettacolo BAD PEOPLE IN GUANTANAMO, di Fabio Omodei (Teatro QUIRINO Vittorio Gassman, Maggio 2011). Tutti spettacoli con cast di Attori professionisti doplomati presso la ‘Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea’, che hanno poi ispirato la creazione della COMPAGNIA SOFIA AMENDOLEA.
Direttori artistici della Compagnia sono Paolo Alessandri, Fabio Omodei e Monica Raponi.
La Compagnia opera in collaborazione con la Produzione Legge 180 TEATRO, con il ROMATEATROFESTIVAL e con la ACCADEMIA TEATRALE DI ROMA Sofia Amendolea.

Il P.J.E.- Pergolesi Jazz Ensemble è un gruppo formato da studenti di jazz del Conservatorio Pergolesi di Fermo, scelti in base alle loro capacità ma anche tenendo conto del percorso di studi svolto e del fattore umano. Ogni anno la formazione viene rinnovata dal docente Mauro De Federicis e quest’anno si tratta di un quintetto formato da Marta De Papa (voce), Emanuele Evangelista (pianoforte), Stefano Proietti (chitarra elettrica), Luca Brunetti (basso elettrico) e Luca Orselli (batteria).

Il programma è composto da brani della tradizione jazz e non solo, alcuni cantati e altri senza voce, con arrangiamenti originali in modo da permettere a ogni esecutore di esprimersi al meglio secondo la propria personalità e visione della musica.

(luogo e orari potrebbero subire piccole variazioni)

20 luglio – Villa Vitali, ore 21.15
Spettacolo “AMLETO FOR DUMMIES”             
Proscenio Teatro

La nuovissima produzione Proscenio Teatro costituisce una riduzione dell’omonima, celeberrima opera shakesperiana, declinata in una performance che avrà come protagonisti tre personaggi in carne e ossa e un esercito di pupazzi.

L’idea nasce dalla considerazione che Amleto è per antonomasia uno spettacolo meta-teatrale, in cui fondamentalmente esistono un protagonista, Amleto, ed un antagonista, Claudio, che si sfidano a un’interminabile e tragica partita a scacchi.

Le pedine sono gli altri personaggi, sfruttati e manovrati dai due avversari come vere e proprie marionette, pupazzi che si ritrovano, inconsapevolmente, a recitare una storia non loro. Umani restano Orazio, fedele amico di Amleto e testimone della vicenda; Gertrude, madre di Amleto, vedova del padre e sposa dello zio che, in balia degli eventi, oscilla costantemente tra l’essere o il non essere una pedina e un pupazzo; così come il becchino, uno dei “fool” shakespeariani che, in quanto tale, incarna il pensiero divergente e diviene portatore di verità più alte che non possono essere “manipolate” né “alterate”.

Amleto for Dummies è gioco, prova d’attore, virtuosismo tecnico, follia, divertimento, cuore e passione…in una parola, è tutto ciò che da sempre rappresenta Amleto: il Teatro!

21 luglio – Villa Vitali, ore 21.15
Conferenza della docente e scrittrice Nadia Fusini         
Women in Love – Shakespeare e l’amore

Nadia Fusini, scrittrice, giornalista, nota studiosa di letteratura inglese e una delle più grandi conoscitrici di Shakespeare in Italia, si è occupata spesso dei temi dell’identità e del femminile. La sua lezione sarà dedicata alle figure femminili delle opere di Shakespeare, partendo dalla sua ultima pubblicazione “Maestre d’amore – Giulietta, Ofelia, Desdemona e le altre” (Einaudi, 2021).

Ingresso gratuito.

22 luglio – Villa Vitali, ore 21.15
Spettacolo della compagnia vincitrice del bando Shakespeare nel parco 2022
“JERUSALEM ROMEO JULIET”

Jerusalem Romeo Juliet, testo di Paolo Alessandri e regia di Fabio Omodei, porta in scena una storia d’amore tra un cristiano e una musulmana, liberamente ispirata a Romeo e Giulietta e ambientata in un futuro post-apocalittico.

Un adattamento coraggioso e visionario del regista Fabio Omodei che, in sinergia con la drammaturgia, le scenografie ed i costumi, pone l’ambizioso obiettivo di portare il pubblico ad una riflessione specifica, che possa contribuire a veicolare un vero e proprio messaggio di pace che si radica tra le pieghe dei contraddittori conflitti culturali dei nostri giorni.

“Da anni sognavo di raccontare quello che è forse il più esteso conflitto sociale e culturale dei nostri tempi”- racconta il regista Omodei – “un conflitto spesso fazioso e privo di ‘lucidità’, esattamente come quello, magistralmente universale, che avviene tra Montecchi e Capuleti […] un conflitto che si basa prevalentemente su pregiudizi culturali, e poco su veri dati di fatto.”

Il drammaturgo Alessandri a proposito della riscrittura ha dichiarato: “Jerusalem è il simbolo per antonomasia del conflitto tra opposte fazioni, un conflitto che – se escludiamo gli interessi geopolitici in atto – dura da millenni. E si radica più nelle vene e nella carne, piuttosto che nel cervello, un conflitto tra ‘Noi’, e ‘Gli Altri’ […]  che spesso ci fa dimenticare che ‘noi’, saremo sempre ‘gli altri’ di qualcuno.”

Dopo l’esordio di successo nel 2018 al Teatro Argentina, lo spettacolo è tornato a giugno di quest’anno in cartellone al Teatro Vascello, a Roma.

23 luglio – Villa Vitali, ore 19.00 
Concerto al tramonto del Pergolesi Jazz Ensemble e lettura di sonetti di Shakespeare a cura di Proscenio Teatro.

L’unione sinergica tra musica e parlato ha origini antichissime e Proscenio Teatro ha voluto onorarla stringendo un accordo di collaborazione con il Conservatorio di Fermo G. B. Pergolesi. I sonetti del bardo letti dagli attori di Proscenio Teatro si incastreranno tra i brani jazz eseguiti dal Pergolesi Jazz Ensemble (PJE), per offrire ai partecipanti un magico e rilassante tramonto – a ingresso libero – tra gli alberi del parco di Villa Vitali. Seduti comodamente, gli spettatori potranno godere del jazz, dei versi dei sonetti di Shakespeare e di un aperitivo (a pagamento) organizzato per l’occasione.

Ingresso gratuito. 

24 luglio – Villa Vitali, ore 21.15
Spettacolo “LE OPERE COMPLETE DI SHAKESPEARE IN 90 MINUTI” 
Anteprima regionale in collaborazione con AMAT
Produzione Khora Teatro
con Lorenzo degl’Innocenti, Fabrizio Checcacci e Roberto Andrioli


Dopo il debutto al Fringe Festival di Edimburgo nel 1987, questa originalissima commedia è stata replicata per nove anni con crescente successo al Criterion Theatre di Londra, fino a diventare uno degli spettacoli più conosciuti al mondo. Veloce, spiritoso e fisico, si tratta di una parodia di tutte le opere di Shakespeare eseguite in forma comicamente abbreviata da tre attori che usano le più svariate tecniche interpretative.

La sfida è ai limiti dell’incredibile: come condensare l’opera omnia del Bardo, 37 opere, in 90 minuti? O raccontare l’Amleto in 43’’?

Un’immersione leggera e stravagante nel mondo shakespeariano, un omaggio divertito e divertente al grande drammaturgo. La potenza e la poesia dei suoi versi vengono prevedibilmente meno ma lo scopo, in fondo, non è altro che divertire il pubblico, incuriosirlo e svelare il lato comico che si cela anche nelle tragedie più cupe.

 

Nei giorni 19, 21, e 23 luglio intorno alle ore 18,30
nei luoghi più suggestivi del Centro Storico
BREVI  INTERVENTI  TEATRALI  A  SORPRESA
per stuzzicare la curiosità degli spettatori sugli spettacoli in programma.

Segui la nostra pagina per tenerti aggiornato – CLICCA QUI

Nei giorni 21 e 23 luglio –  dalle 16:30 alle 18:00
 Giardino di Villa Vitali
Laboratori gratuiti per bambini
di Teatro e Arte a cura di Mus-e del Fermano

  Segui la nostra pagina per tenerti aggiornato – CLICCA QUI

INFORMAZIONI SUL FESTIVAL:
+39 328 0567968
+39 339 4502992
+39 347 1497123

 

 
Segui la nostra pagina per stare sempre aggiornato –  CLICCA QUI

BIGLIETTERIA, INFO  e  PRENOTAZIONI:    

Biglietteria di Villa Vitali
tel.  0734 284295 (fino al 30 giugno – Teatro dell’Aquila)
tel. 331 2767671 (dal 1 luglio – Villa Vitali) 

Orari:
dal martedì al sabato dalle ore 16.30 alle ore 19.30
il giorno di spettacolo dalle ore 16.30 ad inizio spettacolo

Biglietteria  on-line  VIVATICKET.IT

Acquista online un biglietto del singolo spettacolo:

20 luglio – “AMLETO FOR DUMMIES” 
22 luglio – “JERUSALEM ROMEO JULIET”
24 luglio – “LE OPERE COMPLETE DI SHAKESPEARE IN 90 MINUTI”

oppure scegli un abbonamento

ABBONAMENTO (3 Spettacoli)

COSTI E RIDUZIONI:

BIGLIETTI  [ spettacoli del 20,22,24 luglio ]
intero 15 euro / ridotto* 12 euro

ABBONAMENTI  [ spettacoli del 20,22,24 luglio ]
intero 35 euro / ridotto* 30 euro

ABBONAMENTO SPECIAL [ spettacoli del 20,22,24 luglio ]
per studenti di ogni ordine e grado, comprese università e conservatori (munirsi di tesserino o altra prova di frequenza al ritiro dell’abbonamento cartaceo)
unico 15 euro

* Riduzioni: Over 65, Under 18, Collaboratori e Allievi di Proscenio Teatro
Under 8: Ingresso Omaggio

Conferenza e Concerto – Ingresso libero

Il  BANDO su SCALA NAZIONALE  “Shakespeare nel Parco” è scaduto.
L’organizzazione ringrazia di cuore le numerosissime compagnie che hanno inviato le loro proposte (più di 50 compagnie in gara).

“Il teatro di Shakespeare è vivo e vegeto ed è ancora fonte di ispirazione per tante nuove, fresche, originalissime produzioni”

Fra i molti progetti, diversi fra loro ma tutti incentrati su un’opera di William Shakespeare o una sua libera interpretazione, una giuria popolare di “Osservanti”, composta da appassionati di teatro e attori, ha operato una prima selezione.

Infine la direzione artistica, composta dagli ideatori del festival Stefano Tosoni, Stefano De Bernardin e Lorenzo Marziali, ha decretato la vittoria di Jerusalem Romeo Juliet, progetto di Legge 180 Teatro, compagnia fondata da Fabio Omodei, Paolo Alessandri e Monica Rapone, in collaborazione con la compagnia Sofia Amendolea.

La produzione andrà in scena il 24 luglio alle ore 21.15 presso l’Arena di Villa Vitali, Fermo (FM).

stemma
logo-savelli
Giano-shoes_Q_tr
logo-Proposte2022
Scroll to Top